L’A.O.U querela per diffamazione a tutela dei propri dipendenti

L’azienda ospedaliero-universitaria di Novara si è vista costretta, per tutelare l’operato e la professionalità dei propri dipendenti, che hanno fornito il massimo impegno durante l’emergenza-Covid, a presentare querela nei confronti di una persona ritenendo diffamatorie le dichiarazione postate sulla pagina Facebook di un quotidiano novarese on-line.

La donna in questione commentando un articolo del quotidiano on-line si era espressa in termini che l’Aou ritiene particolarmente offensivi nei confronti degli operatori sanitari.
Era il 14 dicembre e i commenti sono rimasti online fino al 5 gennaio, quando sono stati rimossi a seguito a una telefonata al direttore del quotidiano online