“Il campo operatorio e il rischio clinico”

Venerdì 13 dicembre 2019, presso l’azienda ospedaliero – universitaria  “Maggiore della Carità” di Novara, si è svolto l’evento residenziale “Il campo operatorio e il rischio clinico”, organizzato dal dott. Gabriele Fasolini, coordinatore macro area sale operatorie dell’AOU .

La giornata è stata suddivisa in lezioni frontali e tavola rotonda, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza nelle sale operatorie e aumentare la consapevolezza degli operatori del potenziale rischio clinico. Sono stati trattati vari temi: il rischio clinico nell’attività di sala operatoria, il container come device per garantire la sterilità, l’importanza della tracciabilità degli strumenti e il ruolo delle garze per prevenire l’evento avverso, l’utilizzo dei fili di sutura e dei kit procedurali per migliorare la performance e ridurre il rischio infettivo, prevenzione evento avverso mediante elettrodi di ritorno.

La prima parte del pomeriggio è stata dedicata all’importanza della legge Gelli/Bianco evidenziando la responsabilità professionale degli operatori.

La tavola rotonda ha avuto come protagonisti i professionisti, che ogni giorno affrontano i rischi in ambito operatorio; ognuno ha esposto la propria esperienza lavorativa e le possibili tutele per ridurre i vari rischi (ritenzione materiale, rischio infettivo, rischio danno da ustione).