Azienda ospedaliero universitaria di rilievo nazionale ed alta specializzazione Maggiore della carità Novara

» Visualizzazione predefinita
Top della pagina
» Salta al menu
» Salta al contenuto
 
Contenuto
Maggiore Informazione
 
Banner gastroenterologia

Sostegno alla ricerca per la lotta al tumore al pancreas

L’onlus “Avanguardia gastroenterologica” ha effettuato un’importante donazione al settore di genetica della struttura complessa  di  “Biochimica clinica” dell’Azienda ospedaliero-universitaria Maggiore della Carità di Novara per il progetto di ricerca sulle mutazioni genetiche nel tumore del pancreas.

Il tumore del pancreas in Italia rappresenta la quarta causa di morte per tumore con un trend in aumento ed è uno dei tumori più aggressivi come conferma la bassa percentuale di sopravvivenza a 5 anni, pari a circa l’8%.

I sintomi del tumore del pancreas sono purtroppo tardivi per cui la diagnosi viene spesso fatta quando la malattia non è più trattabile chirurgicamente e quindi curabile.

«La Struttura complessa di Gastroenterologia dell’ospedale Maggiore di Novara - sottolinea il direttore dottor Pietro Occhipinti -  è da anni uno dei centri di riferimento nazionali per la diagnosi e il trattamento del tumore del pancreas.
Il nostro gruppo è in prima linea oltre che per l’aspetto assistenziale nel promuovere iniziative per sensibilizzare la popolazione su tale neoplasia. Nell’ambito di tali progetti divulgativi è stata organizzata “NovaravsKpancreas”, insieme con l’onlus Avanguardia Gastroenterologica, iniziativa che prevedeva anche una corsa non agonistica attraverso le vie della nostra città con l’obiettivo di una raccolta di fondi da destinare alla ricerca».

«L’Onlus Avanguardia Gastroenterologica - ricorda il presidente Gianni Mancuso - ha tra gli obiettivi statutari la finalità di sviluppare e ottimizzare le attività di diagnosi, terapia, assistenza e ricerca nell’interesse dei pazienti affetti da patologie gastrointestinali.
Con l’iniziativa “NovaravsKPancreas” l’Onlus ha raccolto 5000 euro che verranno donati  al settore di genetica del Struttura complessa a direzione universitaria “Biochimica Clinica” dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara, diretta dal professor Umberto Dianzani. Questa donazione verrà intitolata alla memoria del giornalista novarese Paolo Viviani  prematuramente scomparso a causa di una simile neoplasia».

«Come è ormai noto - precisa la professoressa Mara Giordano del laboratorio di Genetica - le mutazioni nel DNA possono determinare suscettibilità a diversi tumori ed essere presenti nei familiari dei pazienti anche asintomatici. Anche per il tumore del pancreas sono state evidenziate mutazioni genetiche che aumentano il rischio di insorgenza della malattia nei soggetti portatori di tali mutazioni.
I test genetici vengono proposti a sottogruppi estremamente selezionati di pazienti a rischio come chi ha più di tre membri della famiglia con tumore del pancreas o a portatori di rare sindromi neoplastiche ereditarie».

«Con questa donazione - afferma il dottor Occhipinti - andremo a finanziare un progetto di ricerca che valuti le mutazioni del DNA mediante sequenziamento di nuova generazione (NGS) in sottogruppi più estesi di pazienti. Sarà valutato anche chi ha solo un familiare con tumore del pancreas, in modo da proporre agli eventuali portatori di tali mutazioni programmi più intensivi di screening con conseguente possibilità di diagnosi e di trattamento precoce».

Avanguardia Gastroenterologica onlus anticipa che verranno effettuate altre iniziative per implementare il progetto e per raccogliere ulteriori fondi, tra le quali la seconda edizione di “NovaravsKPancreas” il 15 novembre, in occasione della giornata mondiale del tumore del pancreas.
 

 
 
 
"Maggiore Informazione" testata giornalistica dell'A.O.U. Maggiore della Carità, registrata presso il tribunale di Novara al n. 229 del 19.3.2007.
Direttore responsabile: Eleonora Cecot - Redazione: ufficiostampa@maggioreosp.novara.it
 
 
Torna all'inizio